Coronavirus in Italia, il bollettino del 20 ottobre: quasi 11.000 casi, 89 decessi

Torna a risalire la curva dei contagi dopo il tradizionale calo domenicale. Ci sono 10.874 casi nuovi e 89 decessi nelle ultime 24 ore. È quanto si legge nel bollettino di oggi pomeriggio, martedì 20 ottobre, diffuso dal Ministero della Salute.

Più di 2.000 casi in Lombardia, più di 1.000 in Piemonte, Campania e Lazio. Aumenta di altre 73 unità il numero dei pazienti in terapia intensiva. I tamponi effettuati sono stati circa 144.000.

Scende al 7,5% l’incidenza del numero di persone risultate positive rispetto al numero complessivo di tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, che sono stati 144.737.

Sono 142.739 le persone attualmente positive al Covid in Italia (8.736 in più rispetto a ieri). Di queste, 8.454 (+778) sono ricoverate nei reparti ordinari mentre 870 (+73) sono in terapia intensiva: 123 sono in Lombardia e stesso numero anche nel Lazio, 91 in Campania, 78 in Emilia Romagna, 77 in Sicilia e 62 in Piemonte.

I decessi hanno raggiunto quota 36.705 (+89) e i guariti sono in tutto 255.005 (+2.046). I contagiati totali in Italia sono 434.449.

Intanto si registrano le parole di Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza, Rai Radio1: “Io avrei chiuso le palestre e le piscine, assolutamente sì. Sono sicuro che molti gestori le tengono benissimo, ma sono luoghi in cui fatalmente le distanze di sicurezza vengono accorciate. Siamo alla vigilia di mesi molto duri: facciamo tutti uno sforzo sulla base della ragione, risolveremo questa situazione ma nel 2021. La campagna vaccinale arriverà nel 2021, non prima. Credo che prima però arriverà una terapia più forte, i cosiddetti anticorpi monoclonali, che sono molto promettenti”.

CONFRONTA I DATI CON QUELLI DI IERI, 19 OTTOBRE

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 20 OTTOBRE 2020

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI