Coronavirus in Italia, il bollettino del 26 marzo: 24.000 contagi, altri 457 morti

I nuovi contagi sono 23.987 (300 più di ieri), i tamponi processati sono stati quasi 355.000 (ieri 5.000 in meno). Sostanzialmente non cambia la situazione generale in Italia. È quanto si legge nel bollettino di oggi, venerdì 26 marzo 2021, diffuso dal Ministero della Salute.

Il rapporto tra test effettuati e casi positivi è assestato al 6,75%.

Anche il dato dei decessi, 457, è più o meno in linea con quello del giorno precedente (tre in meno). Sfondata quota 107.000.

Sono 3.628 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 8 più di ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione sono 288 (ieri erano stati 260). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 28.472 persone, in aumento di 48 unità rispetto a ieri.

In Lombardia siamo di nuovo oltre i 5.000 nuovi casi. Nella classifica di giornata seguono Emilia Romagna, Puglia, Piemonte, Veneto e Lazio con oltre 2.000 casi, sopra i 1.000 ci sono Campania e Toscana.

Questo il quadro completo dei dati del Ministero:

• Attualmente positivi: 566.711
• Deceduti: 107.256 (+457)
• Dimessi/Guariti: 2.814.652 (+19.764)
• Ricoverati: 32.100 (+56)
• di cui in Terapia Intensiva: 3.628 (+8)
• Tamponi: 48.463.509 (+354.982)

Totale casi: 3.488.619 (+23.987, +0,69%)

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 26 MARZO 2021

I DATI ANALITICI DELLA SICILIA DEL 26 MARZO 2021

CONFRONTA I DATI CON QUELLI DI IERI, 25 MARZO

COVID, QUASI CERTO: NIENTE ZONE GIALLE FINO AL 30 APRILE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI