Coronavirus in Italia, il bollettino del 28 settembre: meno tamponi, meno contagi

Sono 1.494 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia: un numero largamente inferiore rispetto a quello dei giorni scorsi, come avviene spesso dopo il week end. E difatti è ampiamente minore il numero dei tamponi effettuati, solo 51.109 rispetto ai circa centomila degli ultimi giorni. E’ quanto emerge dal bollettino di oggi, lunedì 28 settembre, diffuso dal Ministero della Salute.

Sono sei le Regioni italiane che fanno registrare oltre 100 casi. Ancora una volta è la Campania la Regione con più nuovi casi, ben 295 mentre ancora una volta nessuna regione è esente da nuovi contagi.

Il totale complessivo dei contagiati, comprese le vittime e i guariti, sale a 311.364. Stabile l’incremento dei morti: 16 in un giorno, uno in meno rispetto agli ultimi due giorni. Dopo la Campania (+295) la “classifica” dei contagi vede il Lazio (+211) e il Veneto (+183).

Gli attualmente positivi al Covid 19 in Italia tornano a superare la soglia dei 50mila, un numero che non si registrava dal 27 maggio quando furono 50.966: dai dati del ministero della Salute emerge infatti che sono 50.323 i malati attuali, 705 in più rispetto a ieri.

Salgono ancora i ricoveri sia nelle terapie intensive – ad oggi ci sono 254 pazienti, 10 in più di ieri – e quelli nei reparti ordinari, con un incremento di 131 nelle ultime 24 che porta il totale dei ricoverati a 2.846. In isolamento domiciliare ci sono invece 47.082 persone, 564 in più in un giorno. Infine, il totale dei dimessi e guariti sale a 225.190, 773 più di ieri.

CONFRONTA I DATI CON QUELLI DI IERI, 27 SETTEMBRE

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 28 SETTEMBRE 2020

CORONAVIRUS, NUOVO ALLARME A VILLAFRATI: 16 POSITIVI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI