Coronavirus in Italia, il bollettino del 29 marzo: 13.000 contagi con pochi tamponi

I soliti dati domenicali da leggere con attenzione: i nuovi casi sono 12.916 (circa 7.000 meno di ieri) ma con 156.000 tamponi circa (100.000 meno di ieri). È quanto si legge nel bollettino di oggi, lunedì 29 marzo 2021, diffuso dal Ministero della Salute.

Non sono dunque dati particolarmente positivi e la conferma arriva dal rapporto tra test effettuati e casi positivi che si attesta all’8,24%.

I decessi sono stati 417, numero ancora troppo alto (ieri meno di 300).

In Italia ci sono 565.993 attualmente positivi, 7.242 in meno rispetto a ieri. Dall’inizio della pandemia sono invece 2.870.614 i guariti e i dimessi, con un incremento nelle ultime 24 ore di 19.725 unità.

Tra le regioni è l’Emilia Romagna quella con più casi, l’unica a superare quota 2.000 (2.011); seguono Lombardia (1.793), Piemonte (1.504), Lazio (1.403), Campania (1.169) e Toscana (1.021).

Questo il quadro completo dei dati del Ministero:

Attualmente positivi: 565.993
Deceduti: 108.350 (+417)
Dimessi/Guariti: 2.870.614 (+19.725)
Ricoverati: 32.884 (+504)
di cui in Terapia Intensiva: 3.721 (+42)
Tamponi: 49.249.985 (+156.692)

Totale casi: 3.544.957 (+12.916, +0,37%)

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 29 MARZO 2021

I DATI ANALITICI DELLA SICILIA DEL 29 MARZO 2021

COVID, IL ARRIVO IL VACCINO DELLA JOHNSON&JOHNSON

RAZZA: “DOBBIAMO RADDOPPIARE IL NUMERO DEGLI HUB”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI