Coronavirus in Italia, il bollettino del 4 aprile: meno pazienti in terapia intensiva

Non ci sono sostanziali novità dai numeri diffusi oggi, 4 aprile, dalla protezione civile. Si riscontra un leggero miglioramento della situazione nelle terapie intensive: per la prima volta il numero va in diminuzione e consente “agli ospedali di respirare” come ha detto oggi il capo della Protezione civile Borrelli.

Sono 3.994 i malati di coronavirus ricoverati in terapia intensiva, 74 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1.326 sono in Lombardia. Degli 88.274 malati complessivi, 29.010 sono poi ricoverati con sintomi – 269 in più rispetto a ieri – e 55.270 sono quelli in isolamento domiciliare.

Sono 15.362 i morti dopo aver contratto il coronavirus, con un aumento rispetto a ieri di 681. Venerdì l’aumento era stato di 766.

Sono 20.996 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 1.238 in più di ieri. Ieri l’aumento dei guariti era stato di 1.480.

“Richiamo tutti al rispetto delle norme. Bisogna avere dei comportamenti di alto senso di responsabilità individuale”. Lo ha detto il presidente del consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli che poi ha aggiunto: “Il pericolo non è scampato, ma è solo la dimostrazione che quanto messo in atto è servito per contenere la diffusione epidemica. Se guardiamo ai numeri, dal 27 marzo a oggi in 9 giorni si è passati da più di 120 accessi nelle terapie intensive ad un saldo negativo di 74 malati, che non sono più oggi nelle terapie intensive rispetto al numero di ieri. Anche il numero di deceduti si è ridotto dai 970 ai 680 attuali. Ma non abbiamo superato la fase critica”.

CORONAVIRUS, BOLLETTINO DELL SICILIA DEL 4 APRILE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI