Coronavirus in Italia, il bollettino del 9 ottobre: + 5.372 contagi, i morti sono 28

Di record in record: i nuovi contagi in Italia sono 5.372 (ieri erano stati 4.458) e i decessi sono 28. È quanto emerso dal bollettino di oggi, venerdì 9 ottobre, diffuso dal Ministero della Salute. I tamponi processati sono stati 129.471.

La Lombardia sfiora i 1.000 nuovi casi, la Campania ne conta 769. In Veneto sono 595 i positivi nelle ultime 24 ore, 483 in Toscana. Le previsioni insomma sono state purtroppo rispettate con il dilagare di nuovi positivi che ormai si avvicinano alla media di altri paesi europei. Anche stavolta tutte le Regioni denunciano casi, perfino 11 nel piccolo Molise.

I pazienti in terapia intensiva per coronavirus sono aumentati di altre 29 unità portando il totale a 387. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece cresciuti di 161 unità, arrivando a 4,086. Gli attualmente positivi hanno sfondato la soglia dei 70 mila: sono ora 70.110, con un incremento di 4.158 in un giorno, mentre i guariti in più sono solo 1.186 per un totale di 237.549. In aumento di quasi 4 mila anche i positivi in isolamento domiciliare, che sono ora 65.637.

Intanto arriva l’appello del ministro Lamorgese: “Massimo rigore e fermezza assoluta nei confronti di chi non rispetta le normative anti covid durante le manifestazioni”. Una linea di comportamento che il ministro dell’Interno ha dato ai responsabili della sicurezza pubblica e che è stata immediatamente recepita nella circolare che il capo della Polizia Franco Gabrielli ha inviato a prefetti e questori. Non verranno tollerate leggerezze e atteggiamenti superficiali da parte dei manifestanti, soprattutto da parte di “provocatori” che possono mettere a rischio la salute pubblica. Massimo rigore, dunque, che significa sanzioni per chi non rispetta le regole – fino a mille euro – e scioglimento immediato delle manifestazioni.

CONFRONTA I DATI CON QUELLI DI IERI, 8 OTTOBRE

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 9 OTTOBRE 2020

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI