Coronavirus in Sicilia, Razza: “Il sistema regge, in arrivo 2 milioni di tamponi rapidi”

L’assessore alla Salute della Regione Siciliana Ruggero Razza ha fatto il punto della situazione sull’emergenza Coronavirus in Sicilia nel corso di una conferenza stampa, sottolineando come al momento nonostante un incremento dei contagi (e una previsione di crescita anche per le prossime settimane) non è al momento necessario aggiungere posti letto per i pazienti “Covid” togliendoli ai pazienti “non Covid”: “Non possiamo permetterci come sistema sanitario di bloccare le attività di ricovero. E non c’è ragione di temere che la rete della nostra regione non sia in condizione di reggere all’epidemia”. Ha poi affermato che su circa 1.800 positivi gli ospedalizzati sono 136 e 17 in terapia intensiva (un dato inferiore rispetto al periodo del lockdown).

Razza ha anche annunciato anche che la Regione ha provveduto ad ordinare 2 milioni di tamponi rapidi e che la metà di tale fornitura sarà a disposizione già dopodomani (il resto la prossima settimana). L’assessore ha sottolineato i vantaggi del tampone rapido per valutare le azioni territoriali di screening e che saranno distribuiti alle aziende sanitarie in base ai fabbisogni del territorio: “Siamo tra i primi ad avere questa tipologia di tamponi. Abbiamo innanzitutto pensato alle scuole: un genitore non può aspettare 24 ore per avere una risposta su un tampone fatto al figlio”.

Razza è poi intervenuto sul fronte del numero di test sin qui eseguiti: 170.800 i test sierologici, 402.836 i tamponi. Numeri che l’assessore ha difeso, sottolinenando come la Sicilia non sia indietro rispetto ad altre regioni nel parametro relativo al numero di tamponi fatti rispetto al numero di casi effettivamente riscontrati. Ma sulla situazione di Palermo avverte: “C’è un numero significativo di casi, anche se la gran parte è asintomatica. Il monitoraggio è in atto, abbiamo alzato l’asticella dell’attenzione.

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 15 SETTEMBRE 2020

IL GIALLO DI CARONIA, EFFETTUATI GLI ESAMI SU AUTO E FURGONE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI