Coronavirus, la Regione studia il ‘piano ospedali’. Razza: “Pronti a convertire tutti i reparti”

Ospedali siciliani sempre più in difficoltà e la Regione sta studiando un piano per arginare il numero crescente di richieste di ricoveri, ordinari e in terapia intensiva. E le proiezioni indicano potenziali scenari allarmanti: una (all’attenzione dell’assessorato) indica in 250 mila la soglia degli attuali positivi in Sicilia. Al momento il dato attuale è accertato è di appena 15.324.

Un dato quello dei 250 mila frutto di un calcolo basato sui tamponi a tappeto avviati la scorsa settimana alla Fiera del Mediterraneo di Palermo: qui su 2.995 test eseguiti fino ad ora, i positivi asintomatici rilevati sono stati 255, circa il 9%.

Il popolo degli asintomatici sarebbe dunque molto più numeroso di quello che si pensava e sono proprio questi soggetti la prima causa della diffusione del virus. L’indice Rt in Sicilia è al limite della soglia di sicurezza che è fissata a 1,5: questo vuol dire – statisticamente – che ogni soggetto asintomatico al momento contagia più di una persona.

L’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza non nasconde i propri timori per le settimane che verranno, ma afferma che “il nostro sistema sanitario reggerà” all’urto di una crescita esponenziale dei contagi. “Siamo pronti a convertire tutti i reparti se sarà necessario, anche ad intubare i pazienti più gravi nelle sale operatorie” dichiara Razza. In Sicilia ci sono al momento 13.000 posti letto, “ma siamo pronti a bloccare l’attività ordinaria per due mesi se servirà” comunica l’assessore Razza.

Intanto l’assessore ha chiesto la modifica di alcuni protocolli sanitari che permetterebbero di curare a casa chi è positivo ma con sintomi lievi, con la disponibilità di fornire a tutti questi pazienti eparina, cortisone e idrossiclorochina, così da offrire un’assistenza adeguata e alleggerire la pressione sugli ospedali. Una modifica che dovrebbe essere indicata dal presidente della Regione Musumeci, come “conditio sine qua non” per il suo ok al nuovo Dpcm.

VITTORIA E CENTURIPE NUOVE “ZONE ROSSE” IN SICILIA

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DELL’1 NOVEMBRE 2020

IL BOLLETTINO NAZIONALE DELL’1 NOVEMBRE 2020

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI