Coronavirus, la sanità militare all’Oasi di Troina: ok del Governo nazionale

All’Oasi di Troina sbarcheranno gli uomini della sanità militare. Il personale si aggiunge così al Covid team della Regione che, dopo la nomina del commissario sanitario all’istituto, da stamane opera nella struttura ennese dove si é determinato un focolaio di contagio.

“Ho appena ricevuto la telefonata del ministro della Difesa Lorenzo Guerini – spiega il presidente della Regione Nello Musumeci – che ha acquisito il parere favorevole del governo regionale sulla richiesta del sindaco di Troina”.

Stamattina l’assessore regionale alla Salute, Razza, aveva inviato a Troina il responsabile del Comitato per l’emergenza Covid-19 in Sicilia, Antonio Candela, e il direttore scientifico dell’Istituto Neurolesi ‘Bonino Pulejo’, Dino Bramanti, per monitorare e coordinare ulteriori azioni di prevenzione e contenimento del contagio da Coronavirus.

Secondo il sindco di Troina Fabio Venezia, “sono 70 le persone contagiate all’Oasi Maria Santissima‘: 45 ospiti della struttura che assiste disabili mentali gravi e 25 operatori. Ringrazio il presidente Conte ed il ministro Guerini per essersi immediatamente attivati, il presidente Musumeci per il suo concreto impegno e l’assessore Razza per aver inviato stamane all’Istituto, con il commissario Giuseppe Murolo, il responsabile del Comitato per l’emergenza Covid-19 in Sicilia Antonio Candela ed il direttore scientifico dell’Istituto Neurolesi “Bonino Pulejo” Dino Bramanti, per monitorare e coordinare ulteriori azioni di prevenzione e coordinamento”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI