Coronavirus, mascherine ‘made in Sicily’: richieste anche da Treviso e Bologna

Il ‘made in Sicily’ di Meccatronica sbarca nel Nord Italia. Due forniture per un totale di 55 mila mascherine chirurgiche al mese sono state richieste da aziende del Veneto e dell’Emilia Romagna. Sono imprese del settore dell’abbigliamento, degli accessori e di produzione di carta e plastica con sedi a Treviso e a Bologna.

“Siamo orgogliosi del lavoro che stanno facendo le nostre aziende che – dice Antonello Mineo, presidente del Distretto – in un momento difficile per l’emergenza Covid-19, hanno investito nella riconversione e nella diversificazione producendo dispositivi di sicurezza e protezione per sanitari, dipendenti pubblici e cittadini. Le richieste che stiamo ricevendo anche dal Nord Italia rappresentano il riconoscimento per le nostre produzioni che rispettano tutti i requisiti di legge”.

Oggi il Distretto Meccatronica, 120 aziende per 300 milioni di fatturato e 2.500 dipendenti, ha consegnato 300 visiere in 3D alla Protezione civile regionale; 500 mascherine lavabili (non monouso) e 2 visiere in 3D sono state consegnate alla Cantina Settesoli. Ad oggi il Distretto ha consegnato 40 mila mascherine prodotte in diverse tipologie, 1.000 visiere protettive in 3D e migliaia di flaconi di gel igienizzante.

Categorie
economia
Facebook

CORRELATI