Covid, Mezzojuso non è più “zona rossa”: il provvedimento non è stato prorogato

Mezzojuso non è più “zona rossa”. Il provvedimento, infatti, scadeva il 24 ottobre a mezzanotte e non è stato più prorogato. Al momento i positivi si sono fermati a 43 e tanti tamponi eseguiti hanno dato esito negativo.

Questo non significa un liberi tutti – dice il viceprefetto, Rosa Inzerilli – I casi positivi ci sono ancora e bisogna mantenere alta l’attenzione. Per questo invito la cittadinanza a rispettare le norme di distanziamento e l’uso della mascherina. In questi giorni proseguiremo con i controlli e con i tamponi alla popolazione. Al momento sono stati eseguiti ai commercianti e sono risultati tutti positivi”.

Al momento, quindi, le “zone rosse” in Sicilia restano quattro: Torretta, dove l’ordinanza resterà in vigore fino alle 24 del 30 ottobre; poi Galati Mamertino, con ordinanza prorogata fino al primo novembre; Sambuca di Sicilia, in provincia Agrigento, fino al 7 novembre, e Randazzo nel catanese.

LE DICHIARAZIONI DI MUSUMECI

CORONAVIRUS IN SICILIA, IL BOLLETTINO DEL 26 OTTOBRE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI