Coronavirus, morto negli Stati Uniti un poliziotto di origini siciliane: aveva 50 anni

C’è anche un uomo di origini siciliane tra le vittime del Coronavirus negli Stati Uniti: si tratta di Marco Di Franco, un poliziotto di 50 anni di origini siciliane che da tempo si era trasferito negli Usa e prestava servizio a Chicago. Ad annunciare la notizia è stato Pino Virga, sindaco di Altavilla Milicia, paese d’origine di Di Franco. Il poliziotto, secondo quanto riferito da Abc7 Chicago, era rimasto contagiato due settimane fa ed era stato ricoverato pochi giorni dopo.

Su Facebook il sindaco di Altavilla Milicia scrive: “Marco Di Franco viveva a diversi chilometri di distanza da Altavilla, ma della sua terra d’origine portava non soltanto il nome, ma quei valori di generosità, altruismo e umanità che da sempre hanno contraddistinto la parte migliore del nostro paese. Un ragazzo buono e semplice che ho avuto il privilegio di conoscere sotto l’icona di Maria SS. Lauretana, morto da eroico servitore non soltanto della città di Chicago, dove era un apprezzato agente di polizia, ma dell’intera umanità, tribolata e unita dallo stesso tragico sgomento. Sono certo, da lassù guarda ancora con tenerezza quanti lo hanno conosciuto e amato”.

Gli uomini e le donne del Chicago Police Department – si legge invece sulla pagina Facebook istituzionale del dipartimento di polizia – piangono la perdita dell’ufficiale Di Franco. Uno stendardo è stato apposto sulle porte del quartier generale per onorare l’agente”. Il poliziotto, riferisce Abc7 Chicago riportando il contenuto di una conferenza stampa indetta dai vertici della polizia locale, era rimasto contagiato due settimane fa ed era stato ricoverato pochi giorni dopo.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI