Coronavirus, nuovi posti letto in Sicilia: gli appalti a 9 imprese individuate da Roma

Si accelera sul fronte della creazione dei nuovi posti letto nei reparti dedicati ai pazienti Covid e Roma (attraverso il commissario straordinario Arcuri) ha indicato le aziende che dovranno realizzarli: l’elenco – come riportato dal Giornale di Sicilia – prevede 9 imprese e la fetta più grossa dei primi 52 milioni stanziati non è destinata ad aziende siciliane.

Le province dove saranno impegnate ditte siciliane sono infatti Caltanissetta, Ragusa, Trapani, Siracusa ed Enna, mentre per Palermo, Catania, Messina e Agrigento il Commissario ha indicato ditte non siciliane.

L’obiettivo per la Sicilia è completare entro gennaio i lavori di realizzazione per 253 nuovi posti di terapia intensiva e 318 di terapia sub-intensiva. Ma ora la Regione dovrà contattare le aziende indicate da Roma per assegnare gli appalti rispettando comunque vincoli stringenti, visto che ogni provincia ha già assegnate le rispettive imprese e i rispettivi importi.

La somma totale stanziata per la Sicilia ammonta a 52 milioni così ripartiti: nel palermitano sono previsti appalti per 13 milioni e 91 mila euro, nel catanese poco più di 10 milioni, a Messina per 6 milioni, ad Agrigento 4 milioni; a Caltanissetta 4,3 milioni, a Ragusa 5,4 milioni, a Trapani 3,7 milioni, a Siracusa 3,4 milioni e a Enna 194 mila euro. Nei prossimi giorni invece si provvederà anche all’acquisto dei macchinari: pronti 57 milioni.

BONUS SICILIA: PUBBLICATO IL NUOVO AVVISO

CORONAVIRUS: ALTRI 139 POSITIVI TROVATI IN FIERA

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 2 NOVEMBRE 2020

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 2 NOVEMBRE 2020

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI