Coronavirus, per la morte del dirigente Calogero Rizzuto la Regione nomina pool di esperti

La Regione ha nominato un pool di esperti per accertare la gestione del caso clinico che ha portato alla morte di Calogero Rizzuto, il dirigente regionale affetto da coronavirus che è morto a Siracusa il 23 marzo. Sulla morte di Rizzuto erano subito stati sollevati dei dubbi su un presunto caso di malasanità, tanto che la Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta.

Della Commissione fanno parte i professori: Ercole Concia (ordinario di Malattie infettive dell’Università di Verona), Gaetano Serviddio (ordinario di Medicina interna e di urgenza dell’Università di Foggia), Riccardo Tartaglia (presidente dell’Italian network for safety in helthcare di Firenze) e Cristoforo Pomara (ordinario di Medicina legale dell’Università di Catania). Quest’ultimo è componente del Comitato tecnico scientifico per l’emergenza Coronavirus in Sicilia.

“Questa necessaria iniziativa ovviamente è ben separata dall’inchiesta penale in corso – ha evidenziato Razza – e vuole anzitutto confermare l’attenzione della Regione sul caso che, più di tutti, ha creato allarme sul territorio. La relazione finale che il pool di esperti presenterà sarà inoltrata anche all’autorità giudiziaria per tutte le sue valutazioni. Abbiamo voluto nominare esperti di livello nazionale, tre dei quali operano in contesti regionali diversi dal nostro. Serve serenità a Siracusa ed è indispensabile che i primi ad averla siano gli operatori sanitari e i cittadini”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI