Coronavirus, primi casi a Palermo: contagiati tre turisti provenienti da Bergamo

ORE 20.48 – “In Sicilia non esiste un focolaio autonomo, ma tre casi sospetti di riferimento di un focolaio di partenza. Questo ci porta ad assumere a breve delle decisioni”. Così l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, in conferenza stampa a Palermo col governatore Nello Musumeci e il presidente dell’Anci Sicilia, Leoluca Orlando.

ORE 20.40 – “Sentito il sindaco di Palermo e il Prefetto, ho predisposto, in raccordo con l’assessore alla regionale alla pubblica istruzione, la sospensione delle attività nelle scuole a partire da domani a Palermo e in provincia e fino a lunedì prossimo compreso; potranno riprendere martedì. Il provvedimento è dettato dalla necessità di dovere disinfettare i luoghi. Non escludiamo di adottare analoghe misure in altre province”. Così il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci,

ORE 20.30 – “La Sicilia in questo momento non è considerata nè zona rossa nè zona gialla, essendosi registrato finora un solo caso positivo acclarato al quale nelle ultime ore se ne sono aggiunti altri due dello stesso gruppo ospitati nello stesso albergo: il marito della paziente e un altro della comitiva di turisti. Quindi per Roma la Sicilia ad oggi non è in emergenza”. Così il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, in conferenza stampa a Palermo assieme all’assessore alla Sanità Ruggero Razza, al presidente dell’Anci Sicilia Leoluca Orlando e del responsabile regionale della Protezione civile Calogero Foti.

ORE 18.26: Tutto il personale dell’hotel Mercure di Palermo, in cui alloggiava la turista bergamasca risultata positiva al Coronavirus, è stato sottoposto al tampone dal personale della Asp. Nelle 93 camere dell’albergo è rimasta solo la comitiva che era in viaggio con la turista. Tutti gli altri ospiti sono stati sistemati in altre strutture alberghiere.

ORE 18.04: Trova quindi conferma l’indiscrezione che anche il marito della signora di Bergamo e un altro componente della comitiva di turisti siamo risultati positivi al tampone faringeo. Si attende comunque la conferma dalle analisi più approfondite che verranno effettuate dallo Spallanzani di Roma.

ORE 18.01: Sono 3 i contagiati in Sicilia da Coronavirus. Tutti fanno parte di una comitiva di turisti arrivati dalla Lombardia. Lo ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, nell’aggiornamento delle 18. Borrelli ha anche detto che le vittime sono salite a 10: nelle ultime ore tre ultraottantenni sono morti.

ORE 17.15: I vertici giudiziari del distretto di corte d’Appello di Palermo si sono riuniti per pianificare misure di sicurezza nei palazzi di Giustizia per contrastare l’emergenza del coronavirus. Sarebbero stati previsti interventi di pulizia straordinaria e sarebbero state richieste la distribuzione di presidi precauzionali (guanti e mascherine) principalmente per chi ha contatto col pubblico, e il controllo del personale che può avere avuto rapporti con le zone a rischio.

ORE 16.28: In calo a Palermo il numero degli arrivi e delle partenze per Milano, Bergamo e Venezia: la Gesap, la società che gestisce l’aeroporto di Palermo, ha registrato nelle ultime 48 ore una flessione di passeggeri che si attesta tra il 10 e il 25 per cento.

ORE 16.18: L’Ufficio scolastico regionale, limitatamente all’ambito provinciale di Palermo, ha sospeso a data da destinarsi il ricevimento del pubblico per contenere la diffusione del coronavirus. La disposizione ha effetto immediato.

ORE 16.04: Dopo aver appreso della diffusione su WhatsApp di un audio di una presunta dipendente dell’ospedale Cervello sulle condizioni di lavoro nella struttura e sulle condizioni di salute della turista bergamasca ricoverata nel nosocomio, il sindaco Orlando, ha segnalato il caso alla Polizia Postale. “Assistiamo oltre ai ‘lucidi’ tentativi di sciacallaggio da parte di chi aumenta il prezzo di beni particolarmente richiesti in queste ore, anche a comportamenti imbecilli, ugualmente se non più gravi, di mitomani o esibizionisti che alimentano la disinformazione e con essa un clima di isteria e paura. Mi auguro che vengano identificati e perseguiti per il danno che stanno creando in queste ore”.

ORE 15.44: L’inizio delle lezioni all’Università di Palermo, previste per il 2 marzo, è stato posticipato al 9 marzo anche nelle sedi decentrate. L’ateneo sta valutando la possibilità di esercitare l’attività didattica in modalità a distanza. Sospesi anche i viaggi di istruzione, i tirocini fuori dal territorio regionale, le manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura: convegni, eventi, seminari, Open day, Erasmus day etc. Circa lo svolgimento di esami di profitto, “pur garantendo il rispetto della pubblicità delle sedute, occorrerà adottare ogni misura idonea a limitare il numero dei soggetti presenti. Si sconsiglia l’espletamento di esami in forma scritta”. Per gli esami di laurea avranno accesso esclusivamente i laureandi previa esibizione di un documento di riconoscimento; non sono consentiti festeggiamenti di alcun tipo nei plessi universitari. Prosegue regolarmente l’attività svolta dagli specialisti in formazione delle discipline di area medico-sanitaria.

ORE 15.19: Il sindaco di Palermo Orlando si è recato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Cervello, dove è ricoverata la turista bergamasca risultata positiva al Coronavirus, accompagnato dal direttore generale Walter Messina. “Ho incontrato donne e uomini che con grande professionalità stanno affrontando una situazione per la quale sono perfettamente preparati. Ho voluto esprimere a nome di tutta la città la nostra gratitudine per il lavoro che, con tanti altri operatori della sanità, stanno svolgendo”.

ORE 14.45: Accertamenti sono in corso su altri tre casi sospetti di influenza da coronavirus a Palermo, tra cui il marito della donna risultata positiva. Le altre due persone sono componenti della comitiva di turisti bergamaschi che erano con la coppia. Lo confermano fonti dell’assessorato regionale alla Sanità.

ORE 14.18: Walter Ricciardi dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) riferisce: “Dobbiamo ridimensionare questo grande allarme, che è giusto, da non sottovalutare, ma la malattia va posta nei giusti termini: su 100 persone malate, 80 guariscono spontaneamente, 15 hanno problemi seri ma gestibili in ambiente sanitario, solo il 5 per cento muore, peraltro sapete che tutte le persone decedute avevano già delle condizioni gravi di salute”.

ORE 13.31: Il sindaco di Palermo Orlando riferisce che “la signora ha una temperatura di 37.4-37.5 è in buone condizioni è perfettamente cosciente. Sta dando anche indicazioni sul percorso che il gruppo turistico ha fatto nei sei giorni trascorsi in Sicilia. La signora è venuta quando ancora non era scattato il controllo dei voli da Bergamo. Il marito è assolutamente in buone condizioni”.

ORE 13.02: Nessuna interruzione dal lavoro è prevista per gli uffici pubblici. Tutte le strutture, soprattutto quelle che hanno servizi di front-office, sono state invitate ad intensificare, tramite le ditte di pulizia già coinvolte gli interventi di sanificazione negli uffici. Le pattuglie di Polizia (anche locale) sono state dotate di kit con mascherina e tuta che in caso di utilizzo vanno smaltite come rifiuti speciali ospedalieri.

ORE 12.58: Il presidente della Regione Musumeci ha invitato i prefetti della Sicilia per una riunione che si terrà alle 18 a Palazzo Orleans per coordinare le iniziative necessarie da adottare nella emergenza nazionale del Coronavirus. L’incontrò sarà preceduto da una seduta straordinaria del governo regionale.

ORE 12.39: Una nota dell’albergo Mercure informa che “la direzione e il personale hanno immediatamente applicato i protocolli ufficiali, coinvolgendo le autorità mediche locali nel totale rispetto delle indicazioni del Ministero della Salute. Siamo in costante contatto con le autorità sanitarie e, al momento, non vi è conferma definitiva che l’ospite sia affetta da contagio. Il Gruppo Accor, a livello globale, ha adottato le linee guida ufficiali emesse dall’Oms e tutte le strutture sono state adeguatamente e tempestivamente informate e istruite in merito ai protocolli da adottare inviando costanti aggiornamenti”.

ORE 12.28: Le entrate dei clienti nell’hotel Mercure di Palermo, dove una ospite è risultata positiva al coronavirus, sono per ora bloccate. Non entrano neanche gli ospiti che avevano prenotato che sono stati informati del caso e vengono dirottati in altre strutture. Due coppie di turisti spagnoli hanno lasciato l’albergo come previsto stamattina dicendo che “non sono stati avvertiti del caso di coronavirus e di aver letto al notizia sui siti”. Un’altra turista della provincia di Como, che doveva entrare oggi, ha detto che in hotel sono stati gentilissimi e li hanno informati del presunto caso di Coronavirus.

ORE 12.02 – La comitiva di turisti bergamaschi, di cui fa parte la donna risultata positiva al coronavirus, è arrivata a Palermo da Orio al Serio il 21 febbraio. La donna è stata posta in isolamento alle 14.30 di ieri. Il protocollo prevede che si facciano controlli su persone sedute due file avanti e due file dietro la persona contagiata: l’Asp sta contattando tutti i passeggeri tramite i recapiti forniti dalla compagnia aerea. L’autista del pullman che ha trasportato il gruppo ha contattato stamattina il 118 dicendo di non avere alcun sintomo e di essersi posto in auto isolamento in attesa del tampone.

ORE 11.40 – Il Centro studi Pio La Torre e la Rete Bab El Gherib hanno deciso di annullare in via precauzionale la marcia popolare antimafia Bagheria-Casteldaccia programmata per domani mattina. “Riconfermiamo l’impegno – dice Vito Lo Monaco, presidente del Centro studi Pio La Torre – da parte di tutte le organizzazioni, associazioni, amministrazioni comunali, Arcidiocesi e Chiese locali che hanno aderito alla marcia: dopo la sconfitta della mafia di quarant’anni fa, insieme saremo capaci di sconfiggere anche le nuove mafie e ogni forma di virus”.

ORE 11.17 – “Sono costretta a ripeterlo: in questa fase alimentare false notizie sulla chiusura delle scuole è da irresponsabili”. Lo scrive il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina in un tweet. “Le decisioni vengono prese e comunicate dalle autorità competenti. Il consiglio è questo: ascoltare solo le fonti ufficiali”.

ORE 11.10 – “La comitiva a Palermo è già stata individuata”. É quanto afferma il presidente del Consiglio Giuseppe Conte al suo arrivo alla Protezione Civile in merito al caso della turista bergamasca positiva al test. Il premier sottolinea che “sono già state adottate tutte le precauzioni per il contenimento di questo possibile contagio”

ORE 10.20 – In attesa dell’esito del tampone, le persone che sono state in contatto con la turista bergamasca risultata positiva al coronavirus resteranno in isolamento nell’albergo di Palermo dove erano ospitati. Si tratta dell’hotel Mercure, in via Mariano Stabile.

ORE 10.00 – Sono 29 le persone che fanno parte del gruppo della donna di Bergamo risultata positiva al Coronavirus a Palermo e che si trovano in un hotel nel centro città: resteranno in isolamento in attesa dell’esito del tampone. in isolamento anche venti persone circa, tra cui personale dell’hotel.

ORE 9.54 – Il governatore della Sicilia Nello Musumeci sentirà il ministro per la Salute Roberto Speranza per concordare eventuali altre misure da adottare nell’isola per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Nelle prossime ore, intanto, è prevista una riunione operativa presso la Prefettura di Palermo.

——–

Primo caso di coronavirus in Sicilia. E’ stato accertato nella notte a Palermo. E’ risultata positiva al virus una turista di Bergamo, in vacanza a Palermo, che ieri sera è stata ricoverata nell’ospedale Cervello per i controlli dopo aver mostrato sintomi influenzali.

La Regione siciliana dice: “Abbiamo un sospetto caso positivo risultato tale all’esame del tampone”. E’ stata disposta la quarantena per il gruppo di amici della donna e per le persone che sono state a stretto contatto coi turisti. Nelle prossime ore presso la Prefettura si svolgerà una riunione operativa con le autorità sanitarie titolate a fornire indicazioni sulle eventuali ulteriori misure precauzionali da adottare.

La donna è stata isolata assieme al marito e l’esame di laboratorio per verificare il virus è stato ripetuto due volte. Dopo il risultato sono stati isolati tutti coloro che hanno avuto contatti ravvicinati con la coppia, ai quali è stato nella notte prelevato un campione salivare mediante tampone faringeo.

“Abbiamo informato la task force nazionale e l’Istituto Superiore di Sanità per concordare le procedure da adottare”, dice il governatore Musumeci. “Il campione esaminato al Policlinico di Palermo verrà immediatamente inviato allo Spallanzani per ulteriori verifiche. La signora, in isolamento al reparto di malattie infettive dell’Ospedale Cervello, è pienamente cosciente e mi è stato riferito che non presenta particolari condizioni di malessere. Ringrazio tutti gli operatori perché la macchina sanitaria regionale si è mossa con prontezza ed ha dimostrato di essere pienamente allertata”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI