Coronavirus, revocata la “zona rossa” per la Missione Speranza e Carità

Negativo l’esito dei tamponi, può essere tolto il marchio di “zona rossa” per le quattro sedi della Missione Speranza e Carità di Palermo che fanno riferimento alla figura del missionario laico Biagio Conte.

Il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza, ha così deciso di interrompere dopo 22 giorni l’isolamento assoluto della struttura. Prima della firma dell’ordinanza si è atteso il responso dei tamponi che ha confermato l’esito negativo per tutti gli ospiti.

Il divieto di entrata e uscita dalle strutture, per contrastare la diffusione del Coronavirus, era stato disposto dal governatore lo scorso 19 settembre, dopo oltre trenta casi di positività accertati.

L’ECOSISTEMA SALUTE COME MOTORE DELLA RIPARTENZA: SANITA’ A CONFRONTO A CATANIA

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 10 OTTOBRE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI