Coronavirus, Ricciardi: “Per l’inizio del 2021 dovremmo avere almeno due vaccini”

Walter Ricciardi, consulente del Ministro della Salute, è intervenuto al Festival della Salute Globale e ha parlato del vaccino anti Covid, che a suo dire dovrebbe arrivare nei primi mesi del 2021.

Per i primi mesi del 2021 dovremmo avere almeno 2 vaccini, forse anche 3 o 4 – afferma – . Questo è un dato già importante, perché significa che avremmo più aziende che possono produrlo e maggiore capacità per la diffusione. Bisognerà anche capire se la loro immunità sia duratura o transitoria. Personalmente sono contrario a rendere obbligatorio il vaccino negli adulti, personale sanitario a parte. Ma se questo vaccino sarà obbligatorio dipenderà da una scelta politica”.

“Dobbiamo aspettare che le dichiarazioni in merito ai vaccini fatte a mezzo stampa – continua – trovino conferma nelle autorità scientifiche e regolatorie. Potrebbero anche essere annunci iper ottimistici, legati a particolari strategie comunicative. Sicuramente tutto il 2021 sarà un anno dedicato alla battaglia contro il virus, e speriamo che sia soltanto il 2021. Sappiamo per certo che una pandemia finisce quando tutti i paesi del Mondo non hanno più casi per 40 giorni: ci vorranno degli anni perché questo accada”.

Ricciardi approfondisce: “Sappiamo che il vaccino ha una buona risposta nella popolazione adulta, ma non in quella anziana. Questo sarà già un buon risultato, ma comunque non sufficiente. L’ottimale sarebbe un vaccino che copra tutte le fasce d’età. E quando l’avremo ci metteremo tutto l’anno per tutte le vaccinazioni”.

CORONAVIRUS IN SICILIA, IL BOLLETTINO DEL 13 NOVEMBRE

CORONAVIRUS IN ITALIA, I DATI DEL 13 NOVEMBRE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI