Coronavirus, suona l’allarme a Caltagirone: 41 contagi in una casa di riposo, 8 in ospedale

Nuovo allarme coronavirus in Sicilia. Potrebbe esserci un nuovo focolaio a Caltagirone e ancora una volta si parla del contagio all’interno di una casa di riposo. Ecco spiegati anche i dati comunicati ieri che vedono un incremento dei contagi nella provincia di Catania.

Otto ospiti della casa di riposo calatina sono ricoverati nell’ospedale Gravina: 41 persone sono risultate positive e le loro condizioni di salute sono stazionarie. Otto dipendenti della struttura sono stati posti in quarantena nelle loro abitazioni. Cinque dei contagiati sono ormai stati giudicati guariti.

L’Asp di Catania ha avviato un’attività di monitoraggio della casa di riposo, disposta dalla Direzione sanitaria aziendale, coordinando i servizi ospedalieri e i servizi territoriali di Caltagirone. Ieri nella struttura c’è stato un sopralluogo nella struttura da parte del responsabile dell’Uo di Igiene Pubblica di Caltagirone, Salvatore Donato, e del dirigente infettivologo dell’ospedale Cannizzaro di Catania, Mario Raspagliesi, in convenzione con l’Asp di Catania per l’emergenza Covid-19 e in atto coordinatore sanitario della “struttura collettiva di assistenza” (Hotel Ibis Styles) per pazienti Covid di Acireale.

Sono stati disposti, in condivisione con i responsabili della Casa di Riposo, gli interventi di sanificazione. Definite, anche, le misure di isolamento per i pazienti non-Covid e la separazione dei percorsi e delle aree infettive da quelle non-Covid. Sono state, inoltre, fornite le informazioni agli operatori per la gestione degli ospiti presenti in struttura e le raccomandazioni igieniche e di sicurezza per tutta la struttura. L’Uo di Igiene Pubblica di Caltagirone sta ricostruendo adesso la catena dei “contatti stretti” per sottoporli a tampone e contenere i contagi.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI