Corte dei Conti, accuse archiviate per l’ex direttore amministrativo dell’Asp Ragusa

Archiviato il procedimento per maxi danno erariale nei confronti dell’ex direttore amministrativo dell’Asp di Ragusa Franco Maniscalco: lo ha deciso la Procura regionale della Corte dei Conti.

Maniscalco era accusato di aver determinato un danno di oltre tre milioni di euro per il pagamento da parte dell’Asp di Ragusa “di maggiori ore lavorative rispetto a quelle effettivamente prestate” dal personale addetto al servizio di pulizia e sanificazione. Il Pm aveva sostenuto che l’ex direttore amministrativo, pur essendo a conoscenza delle inadempienze della ditta appaltatrice, non avrebbe assunto alcuna iniziativa utile volta a scongiurare il verificarsi del danno.

Il legale dell’imputato, l’avvocato Girolamo Rubino, ha chiarito che l’ex direttore amministrativo dell’Asp di Ragusa non aveva obblighi di vigilanza e controllo sulla esecuzione del contratto di appalto, funzioni specificatamente attribuite al Responsabile Unico del Procedimento ed al direttore per l’Esecuzione del Contratto. E’ stata inoltre depositata documentazione che prova come l’ex direttore amministrativo non fosse a conoscenza delle irregolarità emerse. La Procura Regionale, condividendo la tesi del legale, ha disposto l’archiviazione.

RAGUSA, CONDANNATO A 4 ANNI IL MEDICO DELL’ASP GIUSEPPE IUVARA

PATERNO’, SEQUESTRATI 1.300 CHILI DI MARIJUANA: SEI ARRESTI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI