sanità altri quattro nuovi direttori nominati tra palermo e trapani

Covid a Palermo, pronto soccorso ‘Villa Sofia’ aperto solo per codici rossi

L’attività di emergenza del pronto soccorso di “Villa Sofia” a Palermo resta parzialmente sospesa per altre 24 ore. La decisione è stata presa per sanificare l’intera struttura, dove sono stati trovati nel reparto di osservazione breve diversi positivi anche tra i sanitari.

Da ieri è stato affisso un cartello all’ingresso del pronto soccorso firmato dalla direzione del reparto in cui si comunica che l’accesso è consentito ai soli codici rossi.  Alcuni casi sono stati individuati anche in altri reparti: 15 pazienti positivi in medicina interna, 12 nella divisione lungodegenza e 6 in Neurologia. Molti di loro sono già stati trasferiti nei reparti Covid.

La temporanea e parziale sospensione dell’attività di emergenza a Villa Sofia ha bloccato per il momento la riconversione del pronto soccorso dell’ospedale Civico in area emergenza Covid come già successo a novembre. “Fino a quando il pronto soccorso di Villa Sofia non torna a pieno regime – dice Massimo Geraci primario del pronto soccorso del Civico – il piano di riconversione è stato bloccato. Attendiamo notizie per riprendere ad accogliere i pazienti Covid”.

VACCINO, GLI INFERMIERI: “VACCINARE CHI ASSISTE IN CASA PAZIENTI FRAGILI”

VACCINO, IN SICILIA PRONTI AL LAVORO 1.500 NUOVI ADDETTI

COVID, DAL GOVERNO NAZIONALE NUOVI RISTORI PER LE IMPRESE

COVID IN SICILIA, RAVANUSA E SANTA FLAVIA “ZONA ROSSA”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI