Covid a Palermo, registrazione obbligatoria per i tamponi al “drive-in” della Fiera

Dal 29 gennaio, è obbligatoria la registrazione online per tutti i soggetti che intendono sottoporsi a tampone rapido presso il “Drive” In della Fiera del Mediterraneo di Palermo. La piattaforma realizzata in House dagli uffici del Commissario straordinario per l’emergenza Covid a Palermo, è di facile fruizione. Basta “cliccare” al link https://www.oldmcl.it/regfiera/ e compilare tutti i “campi” con i propri dati anagrafici.

L’utente, una volta registrato, potrà stampare – sia dalla schermata che compare sia tramite email – il consenso informato, già, precompilato. Nel caso di minore, il genitore dovrà aggiungere a mano alcuni dati.

Per posta elettronica verrà immediatamente comunicato  un Id di prenotazione: ad esempio PRT01. L’utente potrà recarsi entro 7 giorni dalla registrazione al Drive In: chi eseguirà il tampone inserirà l’Id della prenotazione (potrà inserire solo quegli Id che si sono registrati). Una volta inserito, l’esito del tampone sarà inviato all’indirizzo di posta elettronica del cittadino. Se positivo al tampone rapido, l’utente  dovrà recarsi immediatamente alla postazione dedicata al molecolare.

“La registrazione – spiega il Commissario per l’emergenza Covid a Palermo, Renato Costa – consente di razionalizzare gli ingressi, snellire le procedure di accesso al servizio e facilitare il compito di operatori ed utenti che, tra l’altro, riceveranno via email anche l’esito del tampone. La procedura è facile, intuitiva e comporta pochi minuti per la compilazione, consentita ance attraverso un telefono mobile.

Sono 112.473 i tamponi eseguiti dal 30 ottobre al Drive In della Fiera del Mediterraneo dove sono stati individuati 7.563 positivi (6,72%). Il servizio è attivo ogni giorno dalle ore 8 alle 20, con ingresso dell’ultima autovettura alle ore 18. Oggi, domani e domenica, una corsia sarà dedicata – dalle 14 alle 18 – al mondo della scuola: studenti, docenti e non docenti.

RAP- COMUNE DI PALERMO: PROVE DI DIALOGO

SICILIA, CALANO I CONTAGI E CAMBIA IL “COLORE”

SICILIA IN ZONA ARANCIONE: COSA CAMBIA

CACCAMO, LE INDAGINI SULLA MORTE DI ROBERTA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI