Covid a Palermo: una donna muore in ospedale, i parenti tentano di sfondare la porta

Una donna di 70 anni, con un quadro clinico delicato e affetta da Covid, è morta all’ospedale Civico di Palermo. I parenti, quindi, hanno cercato di sfondare con una panchina la porta del reparto di “Medicina 2” all’edificio 4, gridando contro i sanitari.

Il fatto è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato. Sul posto è intervenuta la Polizia per due volte su segnalazione del personale, assediato in corsia.

Il primo intervento ha riportato la calma, ma qualche ora dopo i parenti sono tornanti suonando insistentemente il campanello del citofono. La porta è rimasta chiusa e un gruppo di uomini e donne ha cercato di sfondarla con una panchina, usata come ariete, che ha provocato danni.

CLICK DAY, SENZA UNA VERA “RIVOLUZIONE DIGITALE” È UNO STRUMENTO DESTINATO A FALLIRE

“ZONA ROSSA” PROROGATA A VITTORIA E CENTURIPE

ABUSI SESSUALI SULLE DIPENDENTI: ARRESTATO TITOLARE DI UN BAR

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI