Covid, appello di aziende e imprese alla Regione: “Fateci vaccinare i nostri dipendenti”

“Fateci vaccinare i nostri dipendenti“. É quanto chiedono nove associazioni datoriali (Confindustria Sicilia, Confcooperative Sicilia, Confcommercio Sicilia, Confartigianato Imprese Sicilia, Cna Sicilia, Confesercenti Sicilia, Legacoop Sicilia, Casartigiani Sicilia e Confapi Sicilia) in una lettera formale inviata al presidente della Regione Nello Musumeci: un appello affinché vengano destinati anche ai lavoratori e ai loro familiari le circa 400mila dosi di vaccini attualmente disponibili nei magazzini.

Operazione, questa, che secondo le associazioni datoriali darebbe una rapidissima accelerazione delle procedure (in una settimana, infatti, si riuscirebbero a vaccinare circa 50 mila persone) e assicurerebbe un notevole risparmio per la Regione siciliana dal momento che le imprese sosterrebbero i costi delle vaccinazioni.

“Rilevato che il mondo produttivo siciliano – si legge nella nota – ha già messo in atto, anche con protocolli di collaborazione con la sanità privata siciliana, ogni procedura logistico-organizzativa per poter sopperire in maniera autonoma e organizzata all’inoculazione dei vaccini ai propri lavoratori e ai loro familiari e visto che, anche a causa di una certa diffidenza diffusasi nei confronti del siero AstraZeneca, sono attualmente disponibili nei magazzini circa 400mila dosi di vaccini, chiediamo al governatore Musumeci di attivare tutte le azioni possibili affinché in Sicilia parta la campagna vaccinale all’interno delle imprese che, da una prima ricognizione, hanno un parterre di circa un milione di persone, tra dipendenti e familiari, disponibili a sottoporsi volontariamente alla vaccinazione”.

OMICIDIO PIO LA TORRE, CERIMONIA A PALERMO NEL 39ESIMO ANNIVERSARIO

COVID A PALERMO, IL CTO DIVENTERÀ UN COMPLESSO INFETTIVOLOGICO 

FIGLIUOLO: “VICINI A 500MILA VACCINI AL GIORNO”

COVID, LA SICILIA SPERA NELLA ZONA GIALLA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI