Covid, Cartabellotta (Gimbe): “Rischiamo di giocarci l’estate se risale la curva”

Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, è stato intervistato durante la trasmissione “L’Italia s’è desta” e ha parlato della mossa del governo nazionale, che ha deciso per delle riaperture graduali a partire dal 26 aprile.

È fondamentale continuare a rispettare le regole – afferma – . Se questo verrà inteso come un liberi tutti è evidente che la situazione da metà maggio in poi cambierà. Mai come adesso deve emergere il concetto di alleanza tra politica, servizi sanitari e comportamenti dei cittadini perchè questa è una fase molto delicata. Se dovesse ripartire la curva rischiamo di giocarci la stagione estiva“.

“Tra rischio ragionato e calcolato c’è una sostanziale differenza: il rischio ragionato è una valutazione di tipo politico – continua – .  Draghi ha sottolineato che questo rischio si fonda su un presupposto fondamentale: il rispetto delle regole, mascherine, distanziamento, deve continuare. È giusto che la politica faccia la sintesi tra l’andamento della pandemia, il diritto alla salute e la libertà dei cittadini”.

Cartabellotta parla anche dell’evoluzione del virus sul territorio nazionale: “Almeno per le prossime tre settimane avremo una riduzione dei nuovi casi e delle ospedalizzazioni. Poi però, quando torneremo al colore giallo, se da un lato ci può essere un pizzico di ottimismo per l’arrivo della stagione estiva, è altrettanto chiaro che aumentando i contatti sociali si rischia di far risalire la curva”.

ASTRAZENECA, COSTA: “PALERMO HA MESSO DA PARTE LA PAURA”

VACCINO ANTI-COVID, IN ITALIA ARRIVANO 54 MILIONI DI DOSI

ORLANDO: “MAI CON LEGA. ITALIA VIVA AMBIGUA”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI