Covid, casi in crescita da cinque settimane e sale la pressione sugli ospedali: i dati Gimbe

Per la quinta settimana consecutiva aumentano a livello nazionale i nuovi casi settimanali (+27%) positivi al Covid, con una media mobile a 7 giorni più che quadruplicata: da 2.456 il 15 ottobre a 9.866 il 23 novembre. Da 54mila a 69.060 nuovi casi Covid questa settimana, secondo il monitoraggio indipendente della Fondazione GIMBE. 

Si rileva anche un aumento nei decessi (437 vs 402), di casi attualmente positivi (154.510 vs 123.396), persone in isolamento domiciliare (149.353 vs 118.945), i ricoveri con sintomi (4.597 vs 3.970) e le terapie intensive (560 vs 481). L’aumento della circolazione virale è ben documentato dall’incremento sia del rapporto positivi/persone testate (da 3,6% a 14,7%), sia del rapporto positivi/tamponi molecolari (da 2,4% a 6,3%) e positivi/tamponi antigenici rapidi (da 0,07% a 0,27%).

In tutte le Regioni, tranne la Basilicata, si rileva un incremento percentuale dei nuovi casi, con variazioni che vanno dal 1,3% della Regione Toscana al 124,3% della Valle D’Aosta. Sul fronte ospedaliero si registra un ulteriore incremento dei posti letto occupati da pazienti Covid: rispetto alla settimana precedente +15,8% in area medica e +16,4% in terapia intensiva.

Fronte campagna vaccinale. Al 24 novembre il 79,2% della popolazione (n. 46.928.704) ha ricevuto almeno una dose di vaccino (+34.657 rispetto alla settimana precedente) e il 76,7% (n. 45.435.706) ha completato il ciclo vaccinale. In lieve aumento nell’ultima settimana il numero di somministrazioni (n. 1.380.796), con una media mobile a 7 giorni di 207.593 somministrazioni/die. Nelle ultime 2 settimane il numero dei nuovi vaccinati si è stabilizzato intorno a 127 mila, un numero che, seppure esiguo, dimostra che esiste ancora la possibilità di convincere gli indecisi.

CALTANISSETTA, SEQUESTRATO OLTRE UN CHILO DI DROGA PROVENIENTE DA ROMA: FERMATO IL CORRIERE

SUPER GREEN PASS, MUSUMECI: “NUOVE MISURE IN LINEA CON QUELLE DEL MIO GOVERNO”

PALERMO, GRAVE PERDITA ALLA TUBAZIONE DI VIALE REGIONE: DISAGI IN AMPIE ZONE DELLA CITTÀ

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI