Covid, il bollettino della Sicilia del 16 marzo: ancora 6.000 contagi, la curva non scende

La curva del contagio resta alta, non c’è dubbio che in Sicilia come in molte altre regioni d’Italia si “pagano” adesso le conseguenze di una minore attenzione alle regole della prudenza. I contagi anche oggi superano le 6.000 unità, sebbene l’incidenza sia leggermente scesa (16,88%) per effetto degli oltre 35.500 tamponi processati. É quanto si legge nel bollettino di oggi, mercoledì 16 marzo 2022, diffuso dal Ministero della Salute.

L’unico dato positivo dei bollettini di oggi è il grande numero dei guariti, oltre 13.000, che fa abbassare il totale degli attuali positivi.

Per il resto c’è un alto numero di morti e una leggera salita dei ricoveri ma i numeri ormai vanno “interpretati” sulla lunga distanza perchè sono troppi i riporti dei giorni precedenti che alterano l’analisi quotidiana e questo vale sia per i contagi che per i decessi.

Questo il quadro completo dei dati del Ministero:

Attuali positivi: 227.578 (-5.817)
Deceduti: 9.796 (+29)*
Dimessi/guariti: 637.600 (+13.388)

Ricoverati totali: 942 (+1)
Ricoverati in terapia intensiva: 62 (+3)

Totale casi: 874.974 (+6.002)*
Tamponi: (+35.547)

La regione Sicilia comunica che sul numero complessivo dei casi confermati comunicati in data odierna, n. 1598 sono relativi a giorni precedenti al 15/03/22 (di cui n. 1473 del 14/03/22, n. 76 del 13/03/22, n. 17 del 12/03/22, n. 5 del 11/03/22) e che i decessi comunicati in data odierna si riferiscono ai seguenti periodi: n. 3 il 15/03/2022 – n. 11 il 14/03/2022 – n. 1 il 13/03/2022 – n. 1 il 12/03/2022 – n. 1 il 04/02/2022 – n. 1 il 01/02/2022 – n. 1 il 29/01/2022 – n. 1 il 28/01/2022 – n. 3 il 21/01/2022 – n. 1 il 16/01/2022 – n. 1 il 11/01/2022 – n. 2 il 06/01/2022 – n. 1 il 30/12/2021 – n. 1 il 15/12/2021.

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 16 MARZO 2022

I DATI ANALITICI DELLA SICILIA DEL 16 MARZO 2022

CONFRONTA I DATI CON QUELLI DI IERI, 15 MARZO 2022

“DATI COVID FALSI”, INCHIESTA CHIUSA. LA PROCURA CHIEDERÀ IL PROCESSO PER RAZZA E ALTRI CINQUE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI