Covid, il bollettino della Sicilia del 28 gennaio: 7.100 contagi ma aumentano i guariti

Situazione assolutamente stazionaria. Da ieri a oggi è cambiato quasi nulla: qualche contagio in meno, qualche tampone in meno, la stessa incidenza. É quanto si legge nel bollettino di oggi, venerdì 28 gennaio 2022, diffuso dal Ministero della Salute.

I nuovi contagi sono 7.100 (250 in meno), i tamponi processati sono un po’ meno di 46.000 (circa 1.500 in meno), l’incidenza è pressocché identica: 15,54%.

Anche negli ospedali la situazione è quasi immutata: un paziente in più in strutture ordinarie Covid, nel saldo tra entrate e uscite, e cinque pazienti in meno in terapia intensiva. Volendo guardarla con ottimismo si potrebbe dire che sta cominciando la fase calante della curva.

Un’idea in tal senso arriva (ma si attendono conferme nei prossimi giorni) dal maggior numero di guariti o dimessi e dalla conseguente minore ascesa del numero degli attuali positivi.

Sul numero dei morti, 47, non ci pronunciamo più: dalla nota presente qui sotto vedrete che il totale diramato nel bollettino di oggi è riferibile a tantissimi giorni passati.

Questo il quadro completo dei dati del Ministero:

Attuali positivi: 231.716 (+2.137)
Deceduti: 8.424 (+47)*
Dimessi/guariti: 366.029 (+5.474)

Ricoverati totali: 1.601 (+1)
Ricoverati in terapia intensiva: 145 (-5)

Totale casi: 606.169 (+7.100)
Tamponi: 9.669.117 (+45.661)

NOTA: La Regione Sicilia comunica che sul numero complessivo dei casi confermati comunicati in data odierna, n. 558 sono relativi a giorni precedenti al 25/01/22; i decessi riportati oggi sono avvenuti: n. 1 il 28/01/22 – n. 9 il 27/01/22 – n. 27 il 26/01/22 – n. 1 il 24/01/22 – n. 3 il 23/01/22 – n. 1 il 22/01/22 – n. 2 il 21/01/22 – n. 1 il 20/01/22 – n. 1 il 28/12/21 – n. 1 il 06/12/21

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 28 GENNAIO 2022

I DATI ANALITICI DELLA SICILIA DEL 28 GENNAIO 2022

CONFRONTA I DATI CON QUELLI DI IERI, 27 GENNAIO 2022

COVID, RT E INCIDENZA IN CALO MA “LE REGIONI CONSEGNANO I DATI IN RITARDO”: IL MONITORAGGIO ISS

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI