Covid, il premier Draghi firma il decreto per il Green Pass: ecco come funziona

Via al “Green Pass” in Italia. Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato il Decreto che definisce le modalità di rilascio delle Certificazioni verdi digitali che faciliteranno la partecipazione a eventi pubblici, l’accesso alle strutture sanitarie assistenziali (RSA) e gli spostamenti sul territorio nazionale.

Il decreto specifica che le “certificazioni verdi Covid-19, rilasciate in conformità al diritto vigente negli Stati membri dell’Unione europea, sono riconosciute come equivalenti a quelle rilasciate in ambito nazionale, se conformi ai criteri definiti con circolare del ministero della Salute”.

Affinché venga rilasciata la certificazione dalla Piattaforma nazionale ‘digital green certificate’, è necessario fornire almeno uno tra: certificazione di avvenuta vaccinazione, certificazione di avvenuta guarigione, test recente con esito negativo. Con l’ufficializzazione della piattaforma, l’Italia si conforma al resto dell’Ue. Il sistema sarà incaricato della raccolta e gestione delle informazioni necessarie per la generazione e la cessazione validità delle certificazioni verdi Covid-19, ma non solo: sarà la piattaforma a stabilire l’inizio e la fine della validità delle certificazioni verdi Covid-19.

L’interoperabilità a livello europeo sarà verificata attraverso un codice a barre bidimensionale (QRcode), verificabile attraverso dei sistemi di validazione digitali, associato ad un codice identificativo univoco a livello nazionale. Le certificazioni verdi Covid-19 sono messe a disposizione degli interessati attraverso i seguenti strumenti digitali: sito web dedicato, sia attraverso accesso con identità digitale sia con autenticazione a più fattori; Fascicolo Sanitario Elettronico; App Immuni; App IO; Sistema TS, per il tramite di operatori sanitari autorizzati.

COVID, GIMBE AVVERTE: “SEMPRE MENO PERSONE TESTATE”

TRAGICO INCIDENTE TRA GIARDINI E FIUMEFREDDO: MORTO UN RAGAZZO DI 14 ANNI

ARS, APPROVATA LA MOZIONE SUI COMUNI IN DISSESTO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI