Covid in Sicilia, primo caso di variante nigeriana individuato al Policlinico di Messina

In Sicilia è stato riscontrato il primo caso di variante nigeriana del Covid-19. A dare l’annuncio è la professoressa Teresa Pollicino, che insieme al professor Giuseppe Mancuso dirige il laboratorio diagnostico molecolare del Policlinico di Messina.

“Abbiamo individuato al Policlinico di Messina, primo caso in Sicilia, la variante nigeriana del Covid su un minore di 16 anni, originario della Guinea. Il referto è stato inviato all’Istituto Superiore di Sanità per capire come il virus si stia evolvendo”, dice la professoressa Pollicino.

Il ragazzo era ricoverato da una decina di giorni nel reparto di Malattie infettive del Policlinico di Messina, dopo la fuga da uno Sprar insieme a un amico, anch’egli contagiato (ma dal ceppo originario del virus) e in degenza nella Città dello Stretto, al Covid center di Villa Contino. L’Asp ha già rintracciato alcune persone entrate in contatto con il minorenne.

VACCINO ANTI-COVID ANCHE IN FARMACIA: L’ANNUNCIO DI SPERANZA

COVID IN SICILIA, I DATI DEL 21 MARZO

COVID IN ITALIA, I DATI DEL 21 MARZO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI