Covid, la Sicilia resta in zona arancione: ecco i nuovi “colori” delle Regioni

La Sicilia resta in zona arancione. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà le nuove ordinanze, che saranno in vigore da lunedì 19 aprile, per i nuovi “colori” delle Regioni e l’Isola rimane nella fascia di rischio alta ma non critica. Restano in tre le regioni in zona rossa, Puglia, Val D’Aosta e Sardegna, mentre la Campania diventa arancione.

L’indice Rt regionale è sceso da 1,22 a 1,03. La situazione in Sicilia resta comunque critica: un terzo dei comuni è già in zona rossa per ordinanza regionale (ieri se ne sono aggiunti altri sei) e bisogna analizzare costantemente l’andamento dell’epidemia. Il dato della Fondazione Gimbe (506 attualmente positivi ogni 100 mila abitanti) è tutt’altro che incoraggiante.

Saranno tre le Regioni in zona rossa: Puglia, Sardegna e Valle d’Aosta. La maggior parte del Paese, invece, sarà in zona arancione: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto e le Province autonome di Trento e Bolzano.

COVID, L’ITALIA RIPARTE DAL 26 APRILE

MUSUMECI: “SICILIA ZONA ROSSA? I DATI NON SONO AL LIMITE”

I DATI DEL MONITORAGGIO NAZIONALE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI