Covid, mascherine obbligatorie sui mezzi pubblici fino al 30 settembre: le decisioni del CdM

Il Consiglio dei Ministri si è riunito per analizzare la situazione legata alla diffusione del Covid in Italia e ha deciso di prorogare l’obbligatorietà delle mascherine sui mezzi pubblici fino al 30 settembre.

Dal 15 giugno decade l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi, come cinema, teatri e luoghi sportivi. Commenta il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa: “Non c’è dubbio che siamo di fronte a un altro passo che ci porta alla normalità”.

I mezzi pubblici, invece, sono giudicati ambienti particolarmente a rischio. L’utilizzo delle mascherine è stato prorogato fino al 30 settembre su autobus, metro, treni, aerei, navi e Ncc, oltre che negli ospedali e nelle case di cura. La norma è stata inserita nel decreto Trasporti discusso nel Consiglio dei Ministri del 15 giugno. La ministra per la Famiglia, Elena Bonetti, afferma che “per l’obbligo delle mascherine nel trasporto aereo sono in corso verifiche tecniche”.

Niente maturità ed esami con mascherina. Dopo giorni di polemiche, per gli esami di stato, sia del primo che del secondo ciclo, si è deciso di superare l’obbligo di indossare la mascherina, che verrà solo raccomandata a studenti e professori.

MORTE DELLA PICCOLA ELENA, LA MADRE HA CONFESSATO: È ACCUSATA DI OMICIDIO

MORTO LUIGI CRIMI, AVEVA 76 ANNI: STRONCATO DA UN MALORE L’EX SINDACO DI SALEMI

INQUINAMENTO DEL FIUME ALCANTARA, 12 INDAGATI: C’È ANCHE L’EX SINDACO INTELISANO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI