Covid, Mattarella: “Non si invochi la libertà per sottrarsi dalla vaccinazione”

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è intervenuto durante l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Pavia e ha parlato dell’importanza del vaccino anti-Covid.

Non si invochi la libertà per sottrarsi dalla vaccinazione, perché quella invocazione equivale alla richiesta di licenza di mettere a rischio la salute altrui e in qualche caso di mettere in pericolo la vita altrui – afferma Mattarella – . Chi pretende di non vaccinarsi, con l’eccezione di chi non può farlo per salute, e di svolgere una vita normale frequentando luoghi di lavoro o svago, costringe tutti gli altri a limitare la propria libertà, a rinunciare alla propria possibilità di recuperare in pieno luoghi e modi e tempi di vita”.

“Non posso non dire una parola sulla violenza e le minacce che affiorano in questo periodo, contro medici, scienziati e giornalisti e persone delle istituzioni, fenomeni allarmanti e gravi che vanno contrastati con fermezza, anche sanzionando con doveroso rigore”, conclude il presidente della Repubblica.

ALCAMO, IN QUARANTENA MA VANNO A UN MATRIMONIO

TRAGEDIA NELLA NOTTE: MUORE UN 18ENNE

SICILIA, LA CURVA NON CALA: ORA L’ARANCIONE FA PAURA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI