Covid, Musumeci: “In Sicilia aumentano i contagi ma non siamo in emergenza”

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, è stato intervistato dopo l’inaugurazione della nuova struttura di pneumologia per pazienti Covid all’ospedale Garibaldi Centro di Catania e ha commentato l’innalzamento del numero dei positivi sull’Isola.

“La Sicilia, nonostante l’aumento dei contagi nell’ultima settimana, non può considerarsi in zona d’emergenza – afferma Musumeci – . Zone rosse? Non si pensano, si decidono nel tempo di qualche ora, non si pianificano. Se il numero dei contagi è particolarmente alto e arriva la conferma da parte del Dipartimento prevenzione e la richiesta non vincolante dei sindaci, quel Comune viene dichiarato zona rossa”.

“La Sicilia, in questa vicenda del Coronavirus – continua – ha dimostrato di avere le carte in regola per competere con quelle regioni, soprattutto del Nord, considerate infallibili sul piano dell’efficienza. Lo dico con legittimo orgoglio a merito di tutti gli operatori perché si sono attivati affinché i risultati arrivassero presto”.

“Alla fine della prossima estate – conclude Musumeci – la struttura sanitaria regionale si sarà dotata di nuovi reparti, di nuovi posti letto in terapia intensiva e sub intensiva, ma anche di centri specializzati per la riabilitazione respiratoria. Segno evidente che abbiamo imparato la lezione che sulla sanità non si risparmia per raggiungere obiettivi concreti, ma si lotta contro gli sprechi”.

COVID IN SICILIA, DATI IN CRESCITA NELL’ULTIMA SETTIMANA

COVID, RAZZA: “VACCINO SOLO A CHI È PRENOTATO”

BUROCRAZIA E MANCANZA DI CULTURA DELLA RESPONSABILITÀ, LI CALZI: “FRENO ALLO SVILUPPO”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI