Covid, Musumeci: “In Sicilia i dati non sono allarmanti. Non c’è pressione sugli ospedali”

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, è stato intervistato su Sky Tg24 e ha commentato i dati dell’emergenza Covid delle ultime settimane. Sull’Isola c’è stato un innalzamento della curva dei contagi ma il numero dei ricoverati in degenza ordinaria e in terapia intensiva rimane stabile.

I dati sono fisiologici – afferma Musumeci – non allarmanti: è cresciuto il numero dei contagi negli ultimi giorni, ma non c’è pressione sugli ospedali e gli ingressi in terapia intensiva ieri (giorno 26 marzo, ndr.) sono stati appena quattro. Continuiamo a perdere vite umane, 22, ma è un dato assolutamente diverso rispetto a quello delle settimane passate”.

“Siamo convinti – continua – che in questo mese di aprile bisogna tenere alta l’attenzione. La Sicilia in particolare, per la fragilità del suo tessuto imprenditoriale, ha bisogno di guardare al futuro con ottimismo e anche con immediatezza. Per questo, non mi stanco mai di dire al governo centrale di madame presto i ristori e i sostegni, e che siano concreti”.

VACCINO, SICILIA PRIMA IN ITALIA PER PERCENTUALE DI DOSI SOMMINISTRATE

CLAMOROSO ALL’ARS, SCOPERTO UN POSITIVO

COVID, QUATTRO NUOVE ZONE ROSSE IN SICILIA DAL 27 MARZO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI