Covid, Musumeci: “Zona rossa a Pasqua? Dopo puntiamo a una graduale riapertura”

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, era presente all’apertura del cantiere per i lavori al Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo e ha parlato della sempre più probabile “zona rossa” per tutta l’Italia nella settimana di Pasqua.

“Siamo d’accordo che non bisogna abbassare la guardia – afferma Musumeci – . Il calo di tensione determinerebbe un passo indietro. La misura credo sarà omogenea in tutta Italia. Se avverrà durante le festività pasquale potremmo pensare subito dopo ad una graduale riapertura. Spero che nel frattempo arrivino i sostegni per gli operatori economici che hanno bisogno di ossigeno per accettare nuove chiusure”.

Il Governatore commenta anche i dati dell’emergenza Covid negli ultimi giorni: “In Sicilia abbiamo registrato un leggero aumento dei contagi negli ultimi tre giorni, ma se penso ai numeri di due mesi fa mi vien da dire che la condotta collettiva è improntata alla responsabilità“.

Musumeci parla poi dell’istituzione di cinque “zone rosse” in Sicilia: “Sono interventi a macchia di leopardo, speriamo che non sia necessario estendere le misure. Vaccini? Finora abbiamo proceduto con quello che avevamo a disposizione. Con le dosi necessarie, con gli hub che abbiamo inaugurato saremmo in grado di vaccinare anche 20mila persone al giorno. Il personale è mobilitato, le strutture sono organizzate. Manca solo la disponibilità delle fiale e le notizie che arrivano da Roma e Bruxelles non sembrano incoraggianti”.

VACCINO, SICILIA SESTA PER DOSI SOMMINISTRATE 

COVID, IN SICILIA ALTRE CINQUE “ZONE ROSSE”

VACCINO, APERTE LE PRENOTAZIONI PER GLI OVER 70

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI