Covid, Palermo in zona rossa fino al 14 aprile: arriva l’ordinanza di Musumeci

La città di Palermo sarà “zona rossa” allo scoccare della mezzanotte: sarà in vigore dal 7 aprile fino al 14 aprile. Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha firmato l’ordinanza che inasprisce le restrizioni per il capoluogo, che da settimane sta vivendo una situazione preoccupante legata al Covid. Oggi i nuovi casi giornalieri registrati a Palermo e provincia sono stati 352: un dato inferiore rispetto a quelli dei giorni scorsi ma che costituisce comunque quasi la metà dei contagi segnalati nell’intera Sicilia.

La regione sottolinea che “anche alle scuole si applicheranno le disposizioni nazionali quindi, le attività scolastica e didattica saranno in presenza solo fino alla prima media compresa. Per tutte le altre attività scolastiche è prevista la DAD. Le superiori misure sono state adottate a seguito della richiesta del sindaco di Palermo di disporre provvedimenti maggiormente restrittivi rispetto all’attuale “zona arancione” e dopo la relazione in tal senso del Commissario ad acta per l’emergenza Covid dell’area metropolitana di Palermo.

A Palermo in ogni caso era già stata superata la soglia dei 250 casi ogni 100 mila abitanti. I dati “provvisori” (in quanto il report ufficiale viene stilato il giovedì) forniti indicano che dal 30 marzo al 5 aprile nel solo comune si sono registrati 1.763 casi, cioè a 275,2 per 100 mila abitanti. Ma risulta anche che la soglia dei 250 era già stata superata nel periodo tra il 28 marzo al 3 aprile, quando era pari a 251,3.

La situazione si è fatta preoccupante anche nelle strutture ospedaliere della città. I Pronto Soccorso Covid dell’ospedale Cervello, di Termini Imerese e di Partinico sono ormai pieni. L’indice di sovraffollamento al Cervello è al 155%.

IN AGGIORNAMENTO

COVID, A PALERMO PRONTO SOCCORSO SOVRAFFOLLATI

“MARIO BIONDO NON ERA SOLO IN CASA”

DOCENTE MORTA A MESSINA, L’ESPOSTO DEI LEGALI 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI