Covid, Razza: “Pochi insegnanti si vaccinano. Sui ‘furbetti’ saremo irremovibili”

In Sicilia solo 70.000 insegnanti hanno deciso di vaccinarsi contro il Covid-19. A lanciare l’allarme è l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, che chiede aiuto alle famiglie per incentivare i docenti ad aderire alla campagna vaccinale.

Guardo con sfiducia il dato così basso in Sicilia dell’iscrizione del personale della scuola e dei docenti – afferma Razza – . Faccio un appello alle famiglie, oltre che ai professori: chiedano di sapere se i loro docenti hanno prenotato la vaccinazione. Dobbiamo abbandonare le polemiche e capire che dietro la vaccinazione c’è la speranza di tutti i cittadini di tornare ad una vita il più possibile normale”.

L’assessore commenta anche le ultime vicende riguardanti i “furbetti” del vaccino in Sicilia, come l’episodio accaduto a Corleone nel quale è stato coinvolto anche il sindaco: “Saremo ancora più irremovibili perché temo che non saranno gli ultimi. Ricordo che c’è un grande siciliano che ha detto, molte settimane fa, che avrebbe atteso il suo turno. Questo grande siciliano si chiama Sergio Mattarella. Io non penso che ci sia qualcuno che possa avere maggiore titolo del Presidente della Repubblica e che quindi possa permettersi un atteggiamento diverso da quello che lui ha tenuto”.

VACCINO ANTI-COVID ASTRAZENECA, VIA LIBERA AGLI OVER 65

COVID; MUSUMECI: “NUOVE CHIUSURE? SPERO DI NO”

FINANZIARIA: TAGLI PIÙ “LEGGERI” ALLE PENSIONI DEI REGIONALI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI