Covid, si valutano nuove misure restrittive. Speranza: “C’è un elemento di preoccupazione”

L’aumento dei contagi da Covid in tutto il territorio nazionale dovuto alla variante Omicron, e il conseguente riempirsi degli ospedali, preoccupa il Governo. La cabina di regia, presieduta dal premier Mario Draghi, è convocata per il 23 dicembre, e potrebbero essere introdotte nuove misure restrittive per il resto delle festività.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, è intervenuto durante la trasmissione ‘Che tempo che fa’, in onda su Rai 3, e ha fatto il punto della situazione: “In questo momento nessuna decisione è già stata assunta, solo giovedì faremo le nostre valutazioni. C’è un elemento di preoccupazione da parte del governo, ci stiamo confrontando numeri alla mano e valuteremo le soluzioni possibili”.

La variante Omicron sta stringendo nella sua morsa mezza Europa, ma l’Italia non tra i paesi più in difficoltà: “Noi facciamo un terzo dei casi giornalieri della Gran Bretagna, meno della metà di Francia e Germania, è chiaro che è una situazione un po’ migliore della loro ma è del tutto evidente che c’è una crescita significativa piuttosto costante nelle ultime settimane a cui dobbiamo porre rimedio”.

E poi bisogna accelerare sulle terze dosi: “In Italia abbiamo superato 14 milioni e mezzo di persone che hanno fatto la terza dose, il mio invito a tutti coloro che ne hanno diritto è a prenotarsi e a prendere questa dose nel più breve tempo possibile”.

COVID, RECORD DI VACCINAZIONI NELLE FARMACIE DI PALERMO: OLTRE 6 MILA NELL’ULTIMA SETTIMANA

“GAETANO MICCICHÈ IN CAMPO”. INTESA SANPAOLO SMENTISCE (DI NUOVO)

MICCICHÉ: “MUSUMECI? IO SONO PER IL DIALOGO, LUI UN PO’ MENO. SOMIGLIA AL PRIMO BERLUSCONI…”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI