Crisi di Governo, De Luca: “Non voglio poltrone a Roma. Micciché? Colpirà Musumeci”

“Tra un cannolo e l’altro, le discussioni con Roma. Ho seguito qualcosa a distanza, oggi ci vedremo con altri amici e si deciderà il da farsi”. Lo dice Cateno De Luca in una diretta postata su Facebook in cui commenta l’attuale crisi di governo.

“Si vota, hanno tirato tanto ma alla fine si vota – prosegue -. Abbiamo deciso di aggiornarci ad oggi per alcuni approfondimenti tecnici. Le regole del gioco: quali sono i principi che la norma prevede per l’assegnazione dei vari seggi. La nostra non può essere una battaglia velleitaria per camera e senato, deve avere un senso politico”.

“Abbiamo detto mai con destra e sinistra – spiega De Luca – e non ho intenzione di modificare il mio pensiero. Non mi interessano le poltrone romane. Le elezioni anticipate non modificheranno il mio pensiero. Cateno De Luca non si compra con le poltrone romane. Capiremo come essere presenti. Daremo una risposta entro domani mattina”.

“Cosa succederà in Sicilia? I colonnelli di Musumeci tendono a farlo dimettere. Micciché ha detto che entro 48 ore sceglieranno il candidato. Non c’è dubbio che le elezioni anticipate indeboliscano Musumeci e consentano a Micciché di mettere in atto la sua vendetta. Chi sceglieranno non ci interessa”, conclude.

Il video

LA SICILIA “VA A FUOCO”: REGISTRATO IL MAGGIOR NUMERO DI INTERVENTI TRA LE REGIONI D’ITALIA

TRAFFICO DI DROGA, SEQUESTRO DI BENI DA 300 MILA EURO A UN PREGIUDICATO DI PACECO

DIMISSIONI DI DRAGHI, MATTARELLA SCIOGLIE LE CAMERE: SI VOTERÀ IL 25 SETTEMBRE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI