Crisi in Ucraina, Palermo aderisce all’inchiesta contro la Russia sui crimini di guerra

Si è tenuto oggi un evento organizzato in via telematica dal sindaco di Danzica, Aleksandra Dulkiewicz, a cu ha partecipato anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Presenti le principali organizzazioni europee di sindaci e membri della comunità locale delle città: Eurocities, Unione delle città baltiche, Associazione europea per la democrazia locale, Metrex, Metropolis, Consiglio dei comuni e delle regioni europee, Patto delle città libere e Gruppo Ucraina all’interno del Comitato delle regioni.

I sindaci hanno aderito ad una risoluzione congiunta che chiama in causa i governi europei e la Commissione europea. “Palermo dà il suo sostegno alla popolazione ucraina vittima di crimini di guerra – afferma Orlando -. E’ tempo di denunciare e chiedere che vengano accertati in sede giudiziaria internazionale i crimini di guerra, davanti la Corte penale Internazionale per la barbara invasione militare russa”.

“In questo tempo drammatico noi sindaci abbiamo un compito importante a sostegno delle nostre comunità e Palermo è in prima linea per accogliere concretamente i profughi ucraini che sono arrivati e che arriveranno in città. Palermo, con la Carta di Palermo, ha da anni confermato di essere città accogliente che non fa distinzioni”, conclude.

SICILIA, UN DECRETO DELLA REGIONE PER POTENZIARE IL SOSTEGNO A EDITORIA, TURISMO E CULTURA

SIRACUSA, SPACCIO E VIDEO SOCIAL COME “SPOT”: OLTRE 260 ANNI DI RECLUSIONE PER 25 IMPUTATI

TRAGEDIA A FAVIGNANA, IL NONNO INVESTE IL NIPOTE DI DUE ANNI: IL BIMBO MUORE IN OSPEDALE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI