Da mercoledì un centinaio di scienziati parteciperanno a Palermo alla ‘Bits 2019’

La città di Palermo per tre giorni sarà metà di scienziati che parteciperanno al sedicesimo incontro annuale della Società italiana di bioinformatica (Bits 2019). Al momento sono otre un centinaio gli scienziati che da mercoledì a venerdì prossimi parteciperanno all’importante appuntamento che si terrà nella Sala de Seta ai Cantieri Culturali della Zisa.

L’edizione di quest’anno, organizzata dall’Istituto di calcolo e reti ad alte prestazioni (Icar) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e dall’Università di Palermo, con il patrocinio del Comune, servirà a presentare gli studi più all’avanguardia nell’ambito della biologia computazionale.

31 i relatori che si alterneranno sul palco per presentare le recenti scoperte. Inoltre, una ricca sezione di posters, a cura dei ricercatori, illustrerà gli ultimi progressi della ricerca.

Da programma, nelle tre giornate di incontri saranno affrontati diversi temi: la bioinformatica nella medicina di precisione; biologia dei sistemi; analisi biologiche dei Big Data; integrazione dei dati; reti biologiche.

Tra i partecipanti anche il siciliano Raffaele Giancarlo, professore di Informatica al dipartimento di Matematica e informatica dell’Università di Palermo, che relazionerà sui “messaggi combinatori del Dna, l’organizzazione della cromatina e dei nucleosomi nei genomi eucariotici. Interessante anche il tema che affronterà il francese Emmanuel Barillot, capo del dipartimento di Epidemiologia, biostatistica, bioinformatica e biologia del cancro dei sistemi computazionali dell’Institut Curiè di Parigi, che presenterà alcune nuove sfide nell’oncologia molecolare computazionale; Silvio Bicciato, professore ordinario di Bioingegneria industriale all’Università di Modena e Reggio Emilia, che parlerà della Bioinformatica integrativa per la medicina di precisione.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI