gravissimo lutto per antonello cracolici è morta la moglie maria fasolo

Dati Covid, Cracolici: “Altro che spalmatura”. Aricò ribatte: “Foga giustizialista”

“Altro che spalmatura…”. Con tagliente ironia il deputato regionale del PD Antonello Cracolici commenta su Facebook i dati del bollettino Covid della Sicilia del 9 aprile in cui è stato comunicato un profondo ricalcolo sia dei guariti che dei morti sull’Isola.

Cracolici va all’attacco: “Altro che spalmatura, erano stati nascosti 258 deceduti per COVID in Sicilia. Lo scandalo continua. Ormai la credibilità della Regione è gravemente compromessa. Si procede alla decretazione delle zone rosse senza che siano resi pubblici i dati che giustificano questi provvedimenti. Il caos è ormai l’unico ordine che regna in Sicilia. Credo che sia necessario e urgente restituire credibilità al sistema sanitario con la nomina di un commissario che rimuova il principale responsabile di questo disastro: il commissario Musumeci”.

Affermazioni che hanno scatenato la risposta piccata di Alessandro Aricò, capogruppo di Diventerà Bellissima all’Ars: “Che a parlare di “scandalo”, “credibilità della Regione gravemente compromessa” e “disastri” sia un qualificato esponente di quel Pd che volle Crocetta come presidente della Regione e fece parte in prima persona del governo più nefasto di tutti i tempi, lascia letteralmente basiti. Peraltro, nella sua foga giustizialista, Antonello Cracolici dimentica o probabilmente fa finta di dimenticare che nel ricalcolo sui dati del Coronaviris sono emersi oltre seimila guariti in più, a riprova che nei conteggi non c’è stata mai alcuna malafede. Ma ormai è arcinoto: dal Pd sanno solo attaccare, accusare e sentenziare, purtroppo per la Sicilia ormai ci siamo abituati”.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 9 APRILE 2021

ZONA ROSSA IN TUTTA LA PROVINCIA DI PALERMO, ORDINANZA DI MUSUMECI

DI DIO (CONFCOMMERCIO PALERMO): “AZIENDE AGNELLI SACRIFICALI”

COVID, INDICE RT IN SICILIA A 1,22. LA MEDIA NAZIONALE E’ 0,92

 

 

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI