De Luca e il caso della Renault 4: attacco al ministro: “Si dimetta”. E a Conte…

Il sindaco di Messina Cateno De Luca torna all’attacco del Governo nazionale (invita alle dimissioni il ministro Lamorgese) con l’ormai famoso caso della Renault 4 che due settimane fa è sbarcata a Messina senza autorizzazioni e con tre stranieri a bordo e adesso è stata avvistata dal sindaco a Mazzarino in provincia di Caltanissetta.

Il primo cittadino, ormai popolare per le sue dirette social (una anche oggi), rischia davvero una nuova denuncia per vilipendio delle istituzioni. La prima gli è arrivata la settimana scorsa per il contenuto di una diretta fb ritenuto ingiurioso dal ministro Lamorgese.

Adesso in un nuovo video De Luca annuncia una provocatoria lettera inviata al premier, al ministro e al Governatore e preannuncia le ultime righe: “Signora ministra degli Interni, non mi permetto più neanche di farle sfoderare l’eventuale residuo di bon ton istituzionale che le sarà rimasto per garantire agli italiani un bel regalo pasquale con le sue dimissioni da ministra degli Interni”.

Una stiletta anche al premier Giuseppe Conte: “Presidente del Consiglio dei Ministri, quando lei avrà capito il senso pratico dell’amministrazione di un condominio… mi chiami al suo cospetto, sarò lieto di farle da aiuto inserviente. Distinti saluti e un caro abbraccio”.

L’ultimo pensiero, nemmeno questo molto tenero, lo riserva al Governatore Musumeci: “Presidente della regione Siciliana, le rammento che di Ponzio Pilato la storia dell’umanità ne è costellata. Spero che lei non contribuisca ad arricchire tale parte del firmamento”. P

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI