Delitto di Caccamo, Morreale tenta di provocare un incendio nella propria cella

Avrebbe tentato di dare fuoco alla propria cella Pietro Morreale, il 19enne accusato dell’omicidio nelle campagne di Caccamo della fidanzata Roberta Siragusa (oggi si sono svolti i funerali). Si tratterebbe di un gesto dimostrativo anche se alcune ricostruzioni non escludono l’ipotesi di un tentato suicidio.

Il 19enne avrebbe tentare di bruciare un cumulo di rotoli di carta igienica con una sigaretta all’interno della propria cella al carcere Pagliarelli (dove nel frattempo è stato trasferito), ma l’incendio è stato sventato dall’intervento del personale dell’istituto penitenziario.

I vertici dell’istituto penitenziario hanno disposto di intensificare i controlli e la sorveglianza al fine di scongiurare altri tentativi del 19enne.

I FUNERALI DI ROBERTA A CACCAMO / VIDEO

MAFIA NIGERIANA A PALERMO, UNDICI ORDINANZE DI CUSTODIA

CENTRO BENESSERE TROPPO “HOT”, 5 PERSONE AI DOMICILIARI

VOTO DI SCAMBIO: ASSOLTO L’EX SENATORE PAPANIA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI