Di Dio (Confcommercio): “No alla rassegnazione, raggiungere subito l’immunità di gregge”

Zona gialla? Neanche a parlarne. Gli imprenditori questa volta non pagheranno il conto per tutti. Non fa giri di parole Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio, che si ribella alla “aria di rassegnazione” su una possibile nuova ondata di contagi e invita a reagire mettendo in campo tutte le iniziative utili per fronteggiare i nuovi contagi, soprattutto con controlli adeguati sugli arrivi nell’isola.

“Meglio dirlo con anticipo – dice la Di Dio in una nota -, nessuno pensi a future restrizioni che ci riguardino perchè gli imprenditori, quelli ancora vivi ma agonizzanti, non sono più disposti a pagare il conto per tutti. Lo abbiamo già fatto per oltre un anno e mezzo e ancora ci lecchiamo le ferite. Le istituzioni hanno il dovere di pensare con urgenza a qualsiasi soluzione per raggiungere l’immunità di gregge: accelerare la campagna di vaccinazione e intensificare i controlli contro gli assembramenti come in particolare quelli negli aeroporti, porti e stazioni, che ci risultano essere deficitari, per non parlare degli episodi di vita notturna fuori da ogni regola”.

“Sappiamo che si sta facendo molto ma purtroppo potrebbe non essere sufficiente. Non è accettabile questa ineluttabile aria di rassegnazione di fronte agli accenni di restrizioni anche perché il tasso di ospedalizzazione è ancora al minimo, un dato forse non adeguatamente sottolineato. Chi solo ipotizza un ritorno in zona gialla o è folle o è in malafede e vuole trovare una scusa per nascondere interessi e bulimia di potere. Confcommercio Palermo – conclude la Di Dio – si sta anche impegnando in una campagna di sensibilizzazione per la vaccinazione per i propri associati e le migliaia di dipendenti. Noi continueremo a fare la nostra parte con senso di responsabilità per convincere gli indecisi, gli indolenti e gli irresponsabili ad assumere comportamenti rispettosi della collettività e del bene comune. Serve impegno e responsabilità, non possiamo solo sperare che Santa Rosalia, con un nuovo miracolo, ci liberi dalla “peste” dei nostri giorni: ma la fede non basterà se non sarà supportata da comportamenti illuminati e responsabili”.

TAMPONE OBBLIGATORIO PER CHI ARRIVA IN SICILIA DA MALTA

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 14 LUGLIO 2021

OPERAZIONE ANTIDROGA A CATANIA: SEQUESTRATI 37 KG DI MARIJUANA

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI