conf stampa salvini di maio

Di Maio e Salvini a Zafferana: “Stanzieremo le risorse per aiutare il territorio”

Il vicepremier Luigi Di Maio è arrivato in mattinata a Zafferana Etnea, uno dei paesi della provincia di Catania più colpiti dal sisma della notte tra il 25 e il 26 dicembre, e ha programmato una serie di visite di ricognizione negli altri centri danneggiati. Ha subito confermato che domani sarà dichiarato lo stato di emergenza che peraltro gli verrà formalmente richiesto dalla Giunta regionale di Governo che si riunisce oggi a Catania. Nel pomeriggio anche l’altro vicepremier, Matteo Salvini, è giunto nelle zone terremotate.

“Domani sarà dichiarato lo stato di emergenza – ha annunciato Di Maio -, verranno stanziate le risorse necessarie per dare supporto alle autorità locali per aiutare le famiglie – ha detto Di Maio ai microfoni -. Dico grazie alla Protezione civile e alle autorità locali per quanto è stato fatto finora e rafforzeremo il sistema anti sciacallaggio. Con la dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Consiglio dei ministri tutto sarà più semplice. Attendiamo le indicazioni che ci verranno fornite dai tecnici che stanno effettuando i rilievi. Monitoriamo con grande attenzione l’attività eruttiva del vulcano per capire l’evolversi della vicenda, che lascio ovviamente ai tecnici, non alla politica. In tutta Italia c’è una condizione preoccupante degli edifici pubblici e privati. Nell’ultima legge di bilancio sono previsti stanziamenti per l’adeguamento antisismico. Dispiace che spesso gli edifici più fragili siano quelli di proprietà dello Stato, una questione vecchia nel tempo a cui noi cercheremo di porre rimedio. Il 2018 è stato un anno ricco di emergenze, a cominciare dal crollo del Ponte Morandi. La sfida del prossimo anno è quella di creare leggi dello Stato che ci permettano di affrontare le emergenze in maniere organica e fuori dal Patto di Stabilità”.

Nella conferenza stampa del pomeriggio Matteo Salvini ha detto: “Gli esperti che stanno seguendo l’evolversi degli episodi sull’Etna ci dicono che la situazione sotto controllo: mi auguro che i catanesi possano trascorrere giornate e nottate più serene rispetto alle ultime, noi ci mettiamo tutto l’impegno perché ciò avvenga. Più di quello che tutti i volontari e i professionisti del soccorso hanno fatto era difficile fare”.

Angelo Borrelli, capo del dipartimento Protezione Civile, ha accompagnato il ministro e ha garantito che “sarà garantita l’assistenza alla popolazione” e si lavorerà per fare rientrare subito a casa chi ha subito danni lievi. “Abbiamo una mappa del territorio – ha aggiunto – e sappiamo dove intervenire. Va avviato l’intervento per rafforzare le infrastrutture”.

Domani ci sarà una riunione della Commissione nazionale Grandi rischi.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI