di maio a caltanissetta questi del centrodestra si fanno i cazzi loro

Di Maio: “La Sicilia andava aiutata come Venezia, pronti i primi 10 milioni”

“Sono venuto a chiedere scusa a nome dello Stato”. Con queste parole a Castelvetrano (Trapani) il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha motivato la propria decisione di rinunciare al G20 per visitare le aree colpite dal maltempo in Sicilia.

Di Maio dopo aver visitato l’azienda Molino si è recato a Selinunte, dove nel porto di Marinella ha incontrato alcuni pescatori che gli hanno parlato dei problemi dovuti ai danni in una parte della banchina provocati dal maltempo dei giorni scorsi.

Ai cronisti presenti ha dichiarato: “Qualcuno mi ha criticato: sei ministro degli Esteri e vai in Sicilia? Sì, sono qui perché negli stessi giorni in cui si aiutava Venezia bisognava aiutare la Sicilia colpita dal maltempo. In questo territorio ci sono stati anche morti per maltempo”.

Di Maio ha aggiunto: “Il dissesto idrogeologico e il maltempo hanno colpito la Sicilia dal 25 ottobre e agli inizi di novembre era stato chiesto lo stato di emergenza. Questo stato di emergenza è stato approvato ieri in Cdm, in ritardo; finalmente abbiamo messo i primi 10 milioni di euro ma ce ne saranno altri da mettere e quindi finalmente i comuni potranno accedere ai questi fondi per mettere a posto i danni causati dal maltempo”.

Di Maio dunque si è diretto a Sciacca (Agrigento) per incontrare i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle alla Multisala Badia Grande, riprendendo i temi della politica nazionale: “Quando siamo arrivati al governo ci siamo chiusi là dentro perché volevamo fare tutto il possibile e il prima possibile. Ma mi sono accorto che mentre, in buona fede, facevamo questo, perdevamo sempre più il contatto con la gente. Siamo al governo da 18 mesi, ma per fare tutto quello che vogliamo fare ci vogliono 5 anni. Chi non ha fatto niente per 30 anni oggi viene da me, che ho 30 anni, rimproverandomi di non avere fatto abbastanza”.

LEGGI ANCHE

LE TAPPE DEL TOUR SICILIANO DI DI MAIO

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI