vasto incendio nella zona di bellolampo

Discarica di Bellolampo: inchiesta della Procura di Palermo per inquinamento

La discarica di Bellolampo a Palermo sotto inchiesta: ad indagare è la procura di Palermo, con l’accusa di inquinamento ambientale. A riportare la notizia è il quotidiano “Repubblica”: tra gli indagati ci sarebbero l’ex direttore generale del dipartimento rifiuti dell’assessorato all’Energia Maurizio Pirillo e Marianna Grillo (direttore generale per i rifiuti e l’inquinamento del ministero dell’Ambiente) perché l’impianto di bio trattamento sarebbe inadeguato.

Nel fascicolo vi sono atti, fotografie e relazioni (tra cui quella dell’Arpa) secondo cui la discarica, costituisce un’imminente minaccia di danno ambientale. Al vaglio degli inquirenti (ma al momento senza persone indagate) ci sono anche i ritardi nella realizzazione della settima vasca.

Da tempo la situazione della discarica è al centro dell’attenzione a causa delle varie emergenze, legate al riempimento delle vasche, ai danni macchinari e incendi improvvisi. Nel 2018 il processo a carico dell’ex sindaco Diego Cammarata e degli ex dirigenti della società che gestiva la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti a Palermo, è terminato con l’assoluzione: le accuse erano di disastro ambientale e altri reati.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI