Dissesto idrogeologico a Raffadali: aggiudicati i lavori a difesa del centro abitato

L’Ufficio contro il dissesto idrogeologico della Regione ha aggiudicato l’appalto per le opere di consolidamento – palificate, muri di contenimento, gabbionate e sistemi di drenaggio – a difesa del centro abitato di Raffadali, nell’Agrigentino: saranno realizzate dall’associazione temporanea di imprese capitanata dalla Sif di Maletto che avrà a disposizione un budget di oltre quattro milioni di euro.

I lavori interessano un’area argillosa e inutilizzata di circa sette ettari, compresa tra due valloni denominati “Barca”, e tormentata da sempre da movimenti franosi.

Si tratta di un’instabilità diffusa che potrebbe passare inosservata se non fosse che a monte si trova una vasta porzione del centro storico. Il rischio, dunque, è che prima o poi case e infrastrutture vengano coinvolte e trascinate a valle.

Si chiude, così, un’attesa di quasi un secolo, se si considera che l’area in questione era stata catalogata tra quelle più a rischio del paese con un regio decreto del 1930.

La sua messa in sicurezza fu progettata dal Comune nel 1988, ma si arenò tra difficoltà economiche e pastoie burocratiche. Poi, finalmente, il via libera arrivato dal governo Musumeci.


 

REDDITO DI CITTADINANZA, MAXI INCHIESTA NEL MESSINESE: 102 DENUNCIATI

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DELL’8 SETTEMBRE 2021

I DATI ANALITICI DELLA SICILIA, 8 SETTEMBRE 2021

BRONTE, UCCIDE LA MOGLIE E TENTA IL SUICIDIO

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI