Dissesto idrogeologico. Due interventi in sicurezza della Regione

Il governo regionale guidato da Nello Musumeci ha fatto della lotta contro il dissesto idrogeologico uno dei punti pregnanti dell’attività amministrativa. Due i provvedimenti finanziati dall’Ufficio apposito guidato dal presidente della Regione, Musumeci.

Il primo intervento riguarda la messa in sicurezza, a Leonforte, nell’Ennese, della scuola media Giovanni Verga e il tratto della strada statale 121, via di accesso al paese.

Il secondo intervento a Naso, nel Messinese, per il consolidamento dell’area a monte della strada statale 116 e del centro abitato in località San Giuliano, caratterizzata da evidenti e profondi fenomeni erosivi che espongono a gravi rischi sia l’importante arteria viaria, sia i fabbricati all’ingresso della città.

Per i lavori nella zona sovrastante la scuola Verga, che ha una classificazione R4 ossia ad elevato rischio, e che è caratterizzata dalla presenza di un costone roccioso dal quale si sono staccati alcuni massi, è stato predisposto un progetto che comprende opere di difesa passiva (che impediscano la caduta di massi dai fronti lapidei) e attiva (finalizzate al consolidamento vero e proprio delle pareti rocciose). Saranno collocate barriere paramassi di tipo verticale unitamente a reti di acciaio a doppia torsione, armate con funi metalliche, ma anche pannelli e funi per l’imbracatura, con sottomurazioni in cemento armato.

Per l’intervento in località San Giuliano, i lavori consentiranno  il riordino morfologico e idraulico del versante, grazie a strutture flessibili e canali per la regimentazione delle acque bianche.

Verrà, altresì, realizzato un muro di sostegno alla base della scarpata e collocate delle gabbionate lungo il profilo dei terrazzamenti, a protezione della strada che collega Randazzo a Capo d’Orlando, all’altezza del tratto al chilometro 54,400, chiuso dall’Anas nello scorso mese di maggio, per motivi precauzionali a causa di una frana. Una decisione obbligata con pesanti disagi per gli utenti, costretti a utilizzare la viabilità comunale.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI